Nuova strategia di comunicazione: partire dal territorio per comunicare il prodotto



Parla Elisa Belvedere Mazzetti, settima generazione di Mazzetti d’Altavilla, Responsabile Export e Comunicazione.


Quali sono le novità che bollono in pentola a Mazzetti d'Altavilla a seguito del periodo che stiamo affrontando?

Siamo ripartiti dalle nostre radici, in tutti i sensi. Abbiamo ulteriormente valorizzato il nostro territorio operando un restyling alla nostra Collezione “Storie di vitigni”, dedicata alle grappe di singolo vitigno piemontesi e creando una nuova linea chiamata Radici dove, andando controcorrente, abbiamo valorizzato in purezza e in versione giovane, tre vitigni autoctoni e limitati nelle produzioni tipicamente monferrini come Grignolino, Ruchè e Malvasia di Casorzo. Per comunicare sempre più il territorio che è contenuto nel nostro prodotto.


State già pensando al Natale?

Abbiamo numerose novità per la festa più attesa dell’anno. Nuove confezioni in cristallo di Boemia con grappe solenni, confezioni contenenti anche i nostri “Originali” ossia gli amari, il Gin e poi la “Grappina” la pallina di grappa o gin per portare lo spirito italiano sull’albero e un originale Calendario dell’Avvento contenente tanti baby spirit piemontesi.


Cosa significa analisi sensoriale per voi?

L’analisi sensoriale è innanzitutto riappropriarsi della propria capacità di capire sé stessi e di entrare più a fondo nell’identità di un prodotto e di un territorio. Significa, in una parola sola, consapevolezza. Attraverso i sensi noi riusciamo a comprendere le nostre preferenze ma anche a capire molto meglio i tratti distintivi di ogni prodotto.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti